Lo sviluppo viticolo lucchese si intreccia con la storia della città e gli intensi traffici intrattenuti con l’Europa, in particolare con la Francia. Il commercio della seta d’ oltralpe ha favorito la creazione di un patrimonio colturale ed ampelografico straordinario, che non ha eguali in Italia e che, insieme agli oliveti, ha forgiato una campagna fiorente e rigogliosa, dove l’elemento umano convive in armonia con la bellezza di una natura riposante, accogliente, raffinata.

Ricche di minerali, le colline che circondano la città di Lucca formano un anfiteatro naturale che scherma i venti del Nord e garantisce un clima mite tutto l’anno, perfetto per escursioni tra antiche dimore storiche, piccole pievi medievali, ville fattoria con parchi recintati da mura che custodiscono storie, fiabe e suggestive leggende.

Del resto, Lucca stessa è un piccolo gioiello incastonato in una cornice paesaggistica sobria ed elegante, che ne esalta la storia, i palazzi medievali, l’atmosfera di città d’altri tempi, viva eppure così vivibile, a misura d’uomo.